La storia del Gong - Nei Dan Gong - Naturopatia e Armonie Sonore per il Benessere

Nei Dan Gong
Naturopatia e Armonie Sonore per il Benessere
Vai ai contenuti
LA STORIA DEL GONG
Gong Planetari, il Suono del Benessere, Trasformazione e Realizzazione
di Gianluca Nani e Angela Noli
 

I Gong: l’origine e nella storia
L’origine del Gong risale agli inizi dell'età del bronzo tra il 4.000 e 3.000 A.C. Il Gong è uno strumento musicaledi metallo dalla forma circolare.
Il bronzo è stata la prima lega sintetizzata dall'uomo, ed è una fusione metallica di rame e stagno. A questa scoperta dobbiamo anche la nascita della scienza, così come la conosciamo oggi. Considerati magici da molte civiltà, i Gong venivano usati per guarire i malati, per scacciare gli spiriti maligni, per evocare gli elementi e anche come fonte primaria per raggiungere stati di coscienza non ordinari, condizione necessaria per ottenere intuizione e ispirazione. Questa relazione tra il Suono e la Coscienza è la base di tutte le scienze yogiche. Il Gong era anche un simbolo di prosperità e veniva usato addirittura come valuta: molti prìncipi e capi dimostravano infatti la propria ricchezza e il proprio rango attraverso il Gong che possedevano. Inoltre il Gong ha recitato un ruolo importante nelle cerimonie, nei rituali e nei viaggi interiori di tutte le popolazioni della Terra: i principali rituali riguardanti nascite, matrimoni, iniziazioni e morti, erano accompagnati dal risuonare del Gong.
Il Gong era venerato come l'incarnazione di una grande entità, che si esprime attraverso la riproduzione dell’OM, il Suono della Vita. Solo determinati Gong sacri avevano un elemento raro nella loro fusione e che era misteriosamente caduto dal cielo sotto la forma di un meteorite. Oggi sappiamo che questo elemento sacro, che ha ampliato il boato cosmico del Gong, era il nichel. Dalla fusione di questi metalli in tempo di pace erano creati i Gong quali strumenti di Pace e Abbondanza, mentre in tempo di guerra venivano rifusi e fabbricate le punte delle lance e delle frecce, per poi essere fusi nuovamente  in un’alternanza di forma senza fine.
Circa 40 secoli dopo in Nepal, nel 600 A.C, Gautama Buddha mandò i suoi sacerdoti, tra il profondo Oriente e l'Estremo Oriente, con le istruzioni di iscrivere su ogni Gong e Campane due parole in mandarino cinese “Tai Loi”, queste parole erano originate da una quartina scritta da Confucio, il Gautama contemporaneo. “Fao Kay” la parte non utilizzata della quartina di 4 parole viene interpretato come " Il Male è Andato ", " Tai Loi " invece significa " Il Dio è Venuto ". Utilizzando i due caratteri cinesi Tai Loi, Gautamaha proclamato il ritorno della Felicità sulla Terra, la Spiritualizzazione della Materia e l’imminente ritorno della venuta del Buddha, alla fine del 20 ° secolo. La profezia sostiene che questa volta, il Buddha utilizzerà il nome di Maitreya, che si può interpretare sia come la Gentilezza Amorevole che la Risonanza Musicale. L'Influenza di Maitreya sul mondo promette la piena unificazione dei diversi elementi umani all'interno della società globale.
Quest’unità di risonanza si tradurrà in un comune Rapporto Telepatico e verrà realizzato attraverso una re-infusione nella vibrazione spirituale cosmica della OM, The Great Gong Tone of Life. Quando si suona il sacro Gong, la sua potente vibrazione interagisce con l'intelligenza cosmica di cui è pervaso e comunica con noi tramite le sottigliezze dei toni.
Le armoniche prodotte riportano l'intero organismo a vibrare alla frequenza archetipica della Musica delle Sfere secondo Pitagora, arrivando a far sperimentare all'individuo l'armonia perfetta che muove l'universo, favorendo così uno spontaneo e piacevole stato di benessere.
Fu Pitagora che iniziò lo studio dell'armonia cosmica, dopo essere rimasto affascinato dal suono metallico proveniente dalle botteghe dei fabbri all'opera. Seguito nel 1978 da Hans Cousto che per primo calcolò la frequenza teorica del sole e, in seguito i Gong Planetari Paiste con la mediazione di Don Conreaux, sono stati sintonizzati sulla frequenza orbitale e vibratoria proprio dei pianeti del nostro Sistema Solare e che quindi risuonano in armonia con i cicli del cosmo.
 
I Gong Planetari
Il Gong viene conosciuto in occidente a fine anni ’60 tramite Yogi Bhajan, padre dello Yoga Kundalini, che si era trasferito dall’India negli Stati Uniti per diffondere la sua pratica, di cui il Gong era ed è parte integrante. Alle sue lezioni partecipava anche un giovane attore americano di nome Don Conreaux. Fu proprio quest’ultimo a intuire che il Gong, grazie al potente suono che genera, poteva divenire il centro di una pratica innovativa e determinante per l’evoluzione della coscienza. Nascono così le sessioni di “Gong Bath” ossia i Bagni di Gong. Contemporaneamente, in Germania, il geniale matematico e musicologo Hans Cousto elaborò un algoritmo matematico che trasformò l’orbita dei pianeti in un suono specifico, misurato in hertz e udibile all’orecchio umano. La sua fu una scoperta sensazionale, che rivoluzionò il modo di produrre musica.
Le frequenze calcolate da Cousto, vennero applicate con successo ed entusiasmo dall’azienda Paiste, che creò appositamente un reparto di ricerca e sviluppo, all’interno del quale sperimentarono insieme i suoi calcoli e le sue intuizioni, facendoli diventare concreti nella moderna forma dei Gong Planetari. I Gong Planetari intonati sulle frequenze dei singoli pianeti permisero a Don Conreaux di sviluppare una tecnica di suono rivoluzionaria, che consente al suonatore di sintonizzarsi con gli Archetipi Planetari, trasmettendo l’armonia delle sfere, la famosa “idea” di Pitagora.
L’ascolto dei Gong è utile per tutti a ogni età: bambini, adulti, anziani e anche i nostri amici animali, senza controindicazioni.
Oggi in varie parti del mondo continua l’utilizzo del Gong con trattamenti olistici negli ospedali, negli hospice, nelle scuole e nelle prigioni; cerimonie rituali e concerti, sempre per alleviare lo stress e per produrre benessere a tutti i livelli.
 
I Gong e la scienza
Il ricercatore e musicoterapeuta Fabien Maman ha pubblicato nel suo libro “Quando la musica guarisce” i risultati di un esperimento su cellule cancerose. Ha dimostrato che sottoponendo le cellule a 21 minuti del suono del Gong, il suono ha progressivamente destabilizzato la struttura delle cellule, provocando infine la loro esplosione. Il suonatore di Gong americano Richard Rudis ha pubblicato un video dove viene effettuata un’analisi del sangue attraverso un microscopio elettronico, prima e dopo un bagno di Gong. Nel video si vede che le cellule del sangue hanno subito una modificazione e una regolarizzazione.
Oggi la pratica del Bagno di Gong si è diffusa ovunque, non esiste continente dove il Gong non suoni. La pratica viene sempre caratterizzata dall’esperienza dei singoli suonatori.

Il suono che trasforma corpo, mente spirito
Più che un semplice strumento musicale, il Gong è un agente di trasformazione, visto che, quando viene suonato, il corpo, la mente e lo spirito cambiano.
Il Suono del Gong è una riproduzione del suono primordiale della creazione. Ogni volta che si riceve il Suono del Gong viene ricordato alla coscienza “da dove veniamo”, viene stimolata la “presenza” a noi stessi, si ricevono informazioni che indicano “dove stiamo andando”, permette di creare, di viaggiare ed entrare in vari stati di realtà trascendente, raggiunge i livelli profondi dell’essere e consente di riconoscere gli aspetti dissonanti nella vita e riportare l’armonia. Le cellule vengono massaggiate e irrorate di energia benefica favorendo uno stato di benessere dopo aver ricevuto solamente 45 minuti di suono, poiché attiva i meccanismi di autoguarigione e consapevolezza individuale.
 
DA NOI TROVERETE 16 GONG PLANETARI:
 Luna, Mercurio, Venere, Sole, Marte, Giove, Saturno, Plutone,
Urano, Nettuno, Terra, Sedna, Earth Sound Creation,
Moon Sound Creation, Sinfonico, Ishvara
SI RICEVE SU APPUNTAMENTO
PER PRENOTARE UN TRATTAMENTO INDIVIDUALE O PER PICCOLI GRUPPI CHIAMA IL 392 1442365


"Il Gong è la canzone dello spirito. E' il sussurro primordiale dell'anima. Il suo suono è l'eco della parola originale che ha creato il mondo, il suono all'interno di tutti i suoni. Ascoltate con le orecchie interne ed esterne. Sentite le sue pulsazioni e lasciate che milioni di vibrazioni danzino e fluiscano attraverso i sensi. Si diventa senza paura, rilassati e risvegliati. L'Antico ha cercato questa esperienza sulle cime delle montagne e nei luoghi sacri. La voce di Dio sarebbe nel tuono, negli spettacolari colpi di fulmine. Il tuono - Bang! Sconquasso! Lampo! Eco! - ferma del tutto il pensiero, lo strappa via dalla finzione, scuote e scioglie le paure più profonde, e ringiovanisce il sistema nervoso.Ha creato la forza, la pace e la guarigione. Questo è il suono del Gong. E' il lampo di luce interiore. La Malletta è la volontà dell'infinito, il Gong è la creazione, e il Suono è il canto dello Spirito, il battito del cuore dell'anima". Yogi Bhajan Master of Kundalini Yoga  

 
Clicca su ogni nome per conoscere meglio i singoli protagonisti della Storia del Gong:
 
 
 
Via delle Acque, 12 - 31017 Pieve del Grappa
  Loc. Crespano del Grappa (TV)



392 1442365
gong@armoniesonore.it
gong neidangong
Torna ai contenuti